handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Ausili per la didattica

Nel campo delle difficoltà specifiche di apprendimento le tecnologie offrono sia strumenti riabilitativi/rieducativi (ad esempio nel caso della dislessia prodotti per imparare a leggere meglio) sia strumenti per vicariare la funzione carente (ad esempio calcolatrici per la discalculia). Naturalmente, in questo campo, occupano un posto di rilievo quei software didattici che hanno obiettivi didattici focalizzati sulla strutturazione di quelle competenze che il particolare tipo di disabilità non consente di acquisire in maniera completa se si segue il normale corso di studi e/o si adottano le tradizionali tecniche di insegnamento. L'efficacia didattica di questi prodotti è da mettere in stretta correlazione con la loro aderenza/adattabilità ai modelli neuropsicologici interpretativi dei disturbi stessi; la loro funzionalità è subordinata alla capacità/possibilità di strutturare percorsi rieducativi "mirati" alla specificità del deficit. Un percorso rieducativo "mirato" non è "panoramico" cioè non esercita in maniera generica e generalizzata rispetto ad una abilità (es. letto-scrittura) ma entra all'interno del dominio esercitativo fino nel cuore dell'area di competenza (es. difficoltà di tipo fonologico), segue strade che si intersecano e che sono tangenti ciascuna ad una microzona "a rischio", in un'ottica di "bonifica" capillare e stratificata. A seconda del tipo e dell'entità del deficit, inoltre, la riabilitazione può essere strutturata in maniera diversa: • Insistendo sulla funzione/abilità carente (esempio esercitando la discriminazione fonologica nel caso di dislessia di tipo fonologico) • Cercando di compensare la funzione carente attivando od incrementando la funzione integra/residua (es. stimolando la funzione visiva nella discriminazione di parole fonologicamente simili; naturalmente non identiche). Quando le difficoltà specifiche di apprendimento appaiono drasticamente insormontabili e vanno ad incidere in maniera massiccia su altri apprendimenti (ad esempio l'inabilità alla lettura può inficiare anche radicalmente l'apprendimento di altre materie scolari) è possibile cercare tra gli strumenti offerti dalle tecnologie qualche supporto che assolva in maniera automatica il compito precluso dalla disabilità (per esempio a fronte di inabilità estremamente marcate alla lettura si può ricorrere alla lettura di testi attuata mediante sintesi vocale). Collegamenti a Essediquadro: Come avere un panorama dei software pensati per le difficoltà specifiche di apprendimento Dal menu principale entrare in 'Il software didattico' -> la banca dati del software-> ricerca avanzata, selezionare nella sezione 'Focus disabilità' il prodotto è accessibile/utilizzabile in presenza di: disturbo specifico di apprendimento