handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Area Linguistica


Protocolli di adattamento dei testi scolastici
A partire dalle teorie scientifiche di Tullio De Mauro sulla semplificazione del testo e basandosi sulla progressione dell'adattamento del testo scolastico, suggerita dalla Tiraboschi, Roberto Cuzzocrea ha formulato e sperimentato tre protocolli di adattamento, che dallo stadio di adattamento più estremo del livello 1, permettono all'alunno di progredire fino al testo in formato originale. I protocolli di adattamento presuppongono un progressivo aumento del numero di parole per frase e per pagina, una progressiva diminuzione di grandezza dei caratteri usati, una progressiva complessità sintattica e un progressivo utilizzo di termini meno diffusi e non compresi nel vocabolario di base.
I testi scolastici adattati possono essere inseriti in supporti didattici multimediali e multimodali generati dai software di sistema autore che, oltre al testo originale e ai tre livelli di adattamento, possono contenere immagini, grafici, schemi, video di introduzione sommaria dell'argomento in LIS, video di lettura del brano, link di collegamento ipertestuale sulla rete internet, al fine di  supportare e differenziare l'accesso alla conoscenza. I testi adattati possono essere completati da un glossario dei termini tecnici e scientifici, con definizioni espresse attraverso le parole fondamentali del Vocabolario di Base di De Mauro. Questi testi possono essere utilizzati nelle classi anche sulla base delle risposte degli alunni a questionari di autovalutazione, relativamente al loro interesse per la lettura, alla leggibilità e comprensibilità dei testi originali, al giudizio sulla comprensione dei contenuti veicolati e al tempo impiegato per la lettura.

Approfondimento tramite buona pratica

Mappe concettuali
Tutti gli organizzatori grafici di conoscenza: diagrammi, alberi gerarchici e mappe possono essere molto utili per l'apprendimento degli alunni sordi, perché poter appoggiare le nuove conoscenze sui dati già posseduti e comprenderne le relazioni informative aiuta a sviluppare una traccia mnemonica più solida e duratura.
Le mappe sono dei sistemi di rappresentazione mentale della conoscenza o anche: la rappresentazione grafica di concetti espressi in forma sintetica, grazie alle parole-concetto, all'interno di una forma geometrica, i cosiddetti nodi, collegati fra loro da linee, cioè le frecce, che esplicitano la relazione grazie alle parole-legamento, in genere predicati. Nelle mappe le informazioni fuoriescono dalla struttura linguistica testuale e si incasellano in un contesto grafico che evidenzia i rapporti di connessione fra i concetti, consentendo agli alunni sordi di valorizzare le proprie competenze discriminatorie visive ipersviluppate, superando cosi le difficoltà più strettamente linguistiche.
Molti software permettono di creare, ricercare e condividere le mappe concettuali; fra questi segnaliamo, in quanto liberamente scaricabile dalla rete, WinCmap (http://cmap.ihmc.us )