handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Possibili soluzioni


Uno dei problemi legati alla sordità è che non sempre i codici comunicativi adottati dalle persone sorde siano pienamente condivisi nell'ambiente in cui si trovano ad interagire. Tuttavia a seconda del metodo comunicativo posseduto dalla persona sorda si possono trovare delle soluzioni per facilitare l'interazione con il contesto sociale circostante.
L'attuale sistema dei servizi prevede una serie di strumenti di assistenza alla comunicazione, come pure la presenza di un assistente alla comunicazione in LIS nell'ambiente scolastico. La tecnologia ha inoltre sviluppato dei dispositivi utili, come la videofonia fissa e mobile e, in fase sperimentale, la mano robotica, che è capace di identificare i segni e trasformarli in lingua scritta. Ci sono poi i software di riconoscimento dei segni come, per l'Italia, il Blue Sign Translator (http://bluesign.dii.unisi.it ): traduttore di testi scritti in LIS, integrato in un computer palmare o altro dispositivo mobile; un prototipo è disponibile all'indirizzo http://vega.dii.unisi.it/~giorgi/bluesign/index.htm .
Per le persone sorde che invece hanno sviluppato una maggiore o esclusiva competenza linguistica in lingua verbale è utile trasmettere le informazioni anche attraverso la scrittura. I servizi di trasformazione della lingua verbale in lingua scritta ricoprono la gamma della sottotitolazione. Nelle conferenze e nelle lezioni in classe, i sottotitoli devono essere riprodotti in tempo reale da persone specializzate: gli stenotipisti, che operano tramite apparecchiature specifiche. Dal 1996 la Comunità Europea ha promosso il progetto VOICE, che si propone di trasformare le parole dei docenti in testo scritto, fruibili in tempo reale dagli alunni sordi, grazie a un software di riconoscimento vocale (http://voice.jrc.it ).
I prodotti multimediali e in genere i filmati possono costituire un ostacolo per chi è affetto da sordità. Tuttavia esistono delle sperimentazioni per la produzioni di filmati che integrino la sottotitolazione e il riquadro per l’esplicitazione in LIS o eventualmente con la Dattilologia Fonologica Bimanuale. Per approfondimenti: www.webmultimediale.org/