handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Un’aula supertecnologica a misura di disabile

23/12/2008

Sorgerà all’interno delle scuole medie di Feletto e sarà il centro di supporto dell’intera provincia. A disposizione computer con tastiere particolari e anche pc touch screen. Il dirigente scolastico: abbiamo voluto dedicarla al professor Alfredo Colucci scomparso di recente.
TAVAGNACCO. Non una semplice aula informatica, ma uno spazio in cui anche gli alunni disabili e difficoltà di apprendimento potranno sentirsi uguali agli altri. Grazie ad alcune tecnologie come computer particolari pensati per i portatori di handicap e per i bambini con problemi di dislessia e disgrafia. L’aula sorgerà all’interno delle scuole medie di Feletto e diventerà il centro territoriale di supporto della provincia di Udine.
«Abbiamo voluto dedicare l’aula – spiega la dirigente scolastica, al professore Alfredo Colucci –, recentemente scomparso. Era stato lui, infatti, a promuovere il progetto». Il testimone è passato ora a Laura Bizzozzero, docente della scuola Feruglio di Feletto. «La novità – spiega Bizzozzero – è rappresentata innanzitutto dal fatto di avvicinarsi alla disabilità attraverso i nuovi media. In molti casi, infatti, non si pensa che i pc e gli strumenti informatici possano aiutare a superar ere questi problemi. Ma è un errore. Ci saranno a disposizione computer con tastiere particolari e con mouse di diverse grandezza, computer touch screen, ma anche programmi specifici, dotati ad esempio di sintetizzatori vocali. In questo modo si possono ridurre le difficoltà di quei bambini che sono affetti da disgrafia o dislessia o da altri tipi di handicap».
Ma l’aula è stata pensata anche per altri destinatari come i genitori degli alunni disabili, i docenti, gli operatori sanitari e le associazioni di volontariato. «Vogliamo offrire gli strumenti alle scuole e ai genitori per risolvere, attraverso un primo contatto i più comuni problemi di funzionamento e adattamento delle tecnologie alle esigenze dei singoli. Poi, dopo l’approccio iniziale le famiglie possono anche decidere di acquistare questi programmi specifici che servono appunto a migliorare e a superare alcuni problemi». Lo scorso anno era stato effettuato un corso di formazione del personale proprio per prepararlo in vista della partenza del servizio. «E’ necessario – continua Bizzozzero – anche promuovere e accompagnare le diverse azioni di formazione sul territorio». Saranno due gli insegnanti che opereranno nel centro, oltre appunto a laura Bizzozzero, ci sarà anche Maria Rosaria Esposito. Le consulenze saranno organizzate su appuntamento, telefonando allo 0432 573108 e si svolgeranno, prevalentemente, il mercoledì dalle 11.15 alle 13.15 e il venerdì dalle 10.50 alle 12.50.
Sito dei Centri Territoriali di Supporto del Friuli-Venezia Giulia >>
(fonte: Espresso.It)