handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Parole tra le ciglia - Nea Polis 3/12/2008

11/12/2008

“La malattia sento che mi ha cambiato non solo il corpo ma anche il cuore. Così, spesso, mi chiedo chi veramente sono oggi.”
Sono una libellula alla quale un dispettoso bimbo ha strappato le ali o, piuttosto, un leone pronto a ruggire contro la sorte? ”Queste alcune delle parole tra le ciglia di Lolita D’Arienzo, una donna di Cava dei Tirreni, nel salernitano, che ha trascorso una vita sulle punte per amore della danza e ora vive sulle punte delle ciglia per amore della vita. Lolita, infatti, da 13 anni è affetta dalla sla, la sclerosi laterale amiotrofica, la malattia che distrugge le cellule nervose che controllano i movimenti muscolari. Per ora la patologia non da scampo, giorno dopo giorno fa perdere l’autonomia dei movimenti, spinge a lasciarsi morire piuttosto che a vivere attaccati ad una macchina. Lolita ha scelto la vita e con grande coraggio ha trovato la forza di scrivere con il battito delle palpebre il suo primo libro “Parole tra le ciglia”, con l’aiuto di un sofisticato computer che, lettera dopo lettera, fa comparire sullo schermo le parole assemblate con il lieve appuntarsi della pupille su una speciale tastiera. Intervista Andrea D’Arienzo – fratello di Lolita.
Guarda il video del servizio >>