handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



La postazione di lavoro


L'alunno con problemi motori che usa il computer in classe avrÓ bisogno di un tavolo aggiuntivo solo per il computer, di facile accesso, soprattutto se usa la carrozzina.
╚ bene effettuare per tempo gli eventuali lavori di adattamento in modo da evitare (come , purtroppo, succede molto spesso) che il posto dove mettere il computer, e quindi l'alunno disabile, venga scelto in base alla vicinanza all'unica presa elettrica presente in aula.

La postura che viene considerata come normale postazione ergonomica Ŕ pensata per un tipo di utente che difficilmente ha le caratteristiche dei nostri alunni con problemi motori: monitor verticale all'altezza degli occhi e tastiera all'altezza dei gomiti (avambracci orizzontali o leggermente inclinati verso l'alto). Questa posizione Ŕ progettata per un dattilografo che lavora guardando sempre il monitor, mai la tastiera, Ŕ perfettamente ambidestro e usa con disinvoltura tutte le dita.

Per i nostri ragazzi non Ŕ cosý. Essi spesso usano una mano sola, se non un dito solo, ed hanno quindi bisogno di guardare sia il video che la tastiera. ╚ opportuno quindi ridurre i movimenti degli occhi (ma spesso anche del capo) e cercare di avvicinare il pi¨ possibile monitor e tastiera. Un tavolo con video incassato e inclinato, posto immediatamente vicino alla tastiera e quindi consultabile anche con ridottissimi, se non nulli, movimenti del capo, pu˛ essere una soluzione molto valida (ma attenzione ai riflessi di luce , molto pi¨ frequenti se lo schermo non Ŕ verticale).
In ogni caso sia l'altezza del piano di appoggio della tastiera (ed eventualmente del mouse) che quella del video devono essere regolate in base all'effettiva altezza dell'utente.
In certi casi si pu˛ anche intervenire sull'altezza della seduta, ma se l'utente usa una seduta a rotelle occorre necessariamente intervenire sul tavolo. In altri casi Ŕ opportuno collegare direttamente la tastiera o le altre periferiche di input direttamente alla sedia, con idonei fissaggi regolabili in tutti i sensi e in tutte le direzioni.
Per finire, da ricordare che la posizione centrale della tastiera Ŕ pensata per utenti in gradi di utilizzare entrambe le mani. In caso di prevalenza di un arto (o di impossibilitÓ di usare l'altro) la tastiera dovrÓ essere spostata verso destra o sinistra in modo da agevolare l'accesso.