handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Tastiere alternative


L'uso della tastiera, quando siamo in presenza di movimenti limitati degli arti (es. miodistrofia) o di problemi di movimenti ampi e imprecisi (es. spasticità, ...) o di impossibilità parziale o totale di utilizzare movimenti residui delle arti inferiori, superiori o entrambi, costituisce un ostacolo.
Diventa necessario, quindi, individuare soluzioni che consentano di accedere al computer superando le difficoltà.
Due sono i modi possibili di intervento: attraverso l'uso di un ausilio oppure attraverso adattamenti del computer che permettono di ovviare ad alcuni inconvenienti quali la ripetizione di battitura dei tasti per una pressione prolungata involontaria o la pressione di più tasti contemporaneamente per le funzioni che lo prevedono (es. interruzione di un programma: Ctrl +Alt+Canc) o di sostituire la funzione del mouse con l'uso delle frecce del tastierino numerico.
Questi adattamenti si applicano attraverso la funzione Accesso Facilitato prevista dai sistemi operativi Windows.

Di seguito vengono prese in esame alcune tipologie di ausili che possono essere utilizzate in sostituzione della tastiera standard di un personal computer.

 Tastiere ridotte



Le tastiere ridotte sono strumenti che possono essere utilizzati con una ridotta capacità di movimento (es. miodistrofici). Sono costituite di tutti i tasti alfanumerici e funzionali rimpiccioliti e ravvicinati tra loro e richiedono in certi casi per il loro utilizzo un supporto (asta rigida, penna...) per la selezione della scelta da effettuare.
Questo tipo di ausilio richiede naturalmente un buon controllo del movimento.

Tastiere espanse


Le tastiere espanse sono strumenti simili alle normali tastiere ma con i tasti, e di conseguenza i caratteri, di dimensioni ingrandite.
Alcuni modelli, come quello illustrato a fianco, hanno una distribuzione centrale dei tasti, con quelli usati più spesso posti al centro dell'area utile, e quindi più facile da raggiungere per l'utente che quasi sempre, in questi casi, usa una sola mano.
I tasti possono essere sporgenti, come nelle normali tastiere, o incassati. Spesso sono presenti dei filtri per ridurre gli errori involontari (ad esempio: regolazione delle pressione minima necessaria per attivare il tatso).
Esistono inoltre tastiere che, oltre all'ingrandimento, propongono tasti colorati e/o in ordine alfabetico. Tastiere di questo tipo sono usate talvolta, anche se non strettamente necessarie, con alunni in età prescolare o nel primo ciclo della scuola elementare per semplificare il numero di elementi utilizzabili che si presentano in modo complesso ed eccessivo sulla normale tastiera.

Tastiere personalizzabili

Sono tastiere che possono essere configurate a piacere, sulla base delle esigenze dell'utente.
Si tratta generalmente di tavolette di forma piatta costituite da celle sensibili che consentono, attraverso il software, di programmare tasti di dimensioni diversificate mediante l'attribuzione di alcuni valori (lettere, numeri, parole, frasi...).
Queste tastiere generalmente sono gestite da programmi software appositi. Vedi anche Tavoletta sensibile nella sezione ritardo mentale.

Tastiere virtuali


immagine di una tastiera virtualeLa tastiera virtuale è una "consolle" che propone i tasti sullo schermo del personal computer.
Mediante applicazioni software di gestione, è possibile impostare la tastiera virtuale sullo schermo con modalità differenti come ad esempio nella parte inferiore dello schermo, o in altre parti, con figure o icone (vedi ad esempio comunicatori), con tasti ridotti e personalizzati.
La selezione dei tasti, siano essi relativi a lettere numeri icone o funzioni, avviene mediante un impulso inviato al computer mediante strumento alternativo alla tastiera.
In pratica, i software che gestiscono le tastiere virtuali, propongono delle modalità selettive che accendono di volta in volta i tasti sullo schermo e la selezione avviene per conferma (invio) attraverso pulsanti esterni, detti sensori.

In questa voce sono compresi strumenti di supporto che, non strettamente tecnologici, offrono facilitazioni e aiuti nella digitazione da tastiera standard.

Griglia copritastiera


imagine di illustrazione di gliglie copritastiera


La griglia copritastiera è una tavoletta di materiale rigido (plexiglas, ferro) con tanti fori corrispondenti ai tasti della normale tastiera di un personal computer.
La tavoletta viene posta sopra la tastiera in modo tale che la persona che la utilizza, deve infilare il dito nel foro corrispondente al tasto che deve premere, evitando, in questo modo, la pressione involontaria di più tasti contemporaneamente o di un tasto non desiderato.

Caschetto per il capo


esempio di un caschetto copricapo

Si tratta di un caschetto a cui è collegato uno braccio rigido sottile, che consente ad una persona di utilizzare il movimento del capo per digitare sulla tastiera.

Sostegni per braccio o avambraccio


apparecchio di sostegno I sostegni per braccio o avambraccio sono molto utili soprattutto nel caso sia difficoltoso, per l'utente, mantenere una posizione dattilografica delle mani o per favorire il movimento in caso di problematiche legate alla forza muscolare della persona.