handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Organizzazione dell'attività scolastica


Anche parlando di organizzazione è necessario fare riferimento alle due distinte modalità di utilizzo delle nuove tecnologie descritte in questa schede sui Disturbi Specifici di Apprendimento.
Per quanto riguarda l'attività riabilitativa, vale la regola generale che queste azioni individuali non devono penalizzare le altre attività scolastiche e soprattutto la vita sociale e di relazione dell'alunno. Se non è possibile organizzarle fuori dall'orario scolastico bisogna scegliere con cura i momenti che risultano meno penalizzanti, prevedendo sempre anche delle attività al computer da svolgere assieme ai compagni.

Assai più complessa è invece l'organizzazione dell'attività scolastica per un alunno dislessico, o con altro disturbo specifico di apprendimento, che si serve del computer per eseguire il proprio lavoro scolastico.
Per alcune questioni generali si può far riferimento a quanto scritto a proposito di altri alunni che usano il computer in modo analogo, come ad esempio gli ipovedenti.

Fondamentale è una chiara definizione delle sua difficoltà e delle sua capacità in modo che gli ausili compensativi di cui ha bisogno con vengano mai interpretati, né dagli insegnanti né dai compagni, come comodi privilegi.
È un problema difficile da superare anche perché esula dalle competenze strette della diagnosi medica che è in genere l'unica che viene comunemente accettata; fondamentale è spiegare a tutti, con pazienza, la natura dei problemi che si deve affrontare e la vera funzione degli ausili.