handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Individuazione del problema


La sintesi vocale è una tecnologia che consente di far pronunciare al computer una qualsiasi stringa o un intero file di testo, convertendolo in voce o in parlato a imitazione del suono naturale.
Questa tecnologia è spesso indicata con l’acronimo inglese TTS (Text To Speech = dal testo al parlato). Le sintesi vocali attualmente in commercio sono prevalentemente software e utilizzano per l'emissione il normale sistema audio del computer.
Le prime sintesi vocali avevano una voce molto meccanica e monotona, che le rendeva di comprensione abbastanza problematica senza un lungo addestramento, ma oggi si sono registrati dei notevoli progressi: anche sul mercato italiano sono disponibili sintesi dotate di buona chiarezza e prosodia, con la possibilità di scegliere tra più timbri vocali (infantile/adulto, maschile/femminile…).
Utilizzata tradizionalmente come ausilio soprattutto da ciechi e ipovedenti, in associazione a Screen Reader o software di riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) per la lettura delle informazioni sullo schermo del computer o di testi digitalizzati con lo scanner, in alternativa o a fianco della barra Braille, la sintesi vocale viene oggi sempre più spesso proposta anche come corredo di programmi di videoscrittura rivolti a soggetti con difficoltà specifiche di apprendimento della letto-scrittura.
Alcuni ambienti, per esempio, consentono di associare ad ogni carattere della tastiera la pronuncia della lettera corrispondente, oppure la lettura di ogni parola o di ogni frase via via che viene scritta sullo schermo. Questo sistema, a fianco del correttore ortografico e di un sistema di predizione lessicale, dovrebbe da un lato facilitare l’apprendimento della letto-scrittura, favorendo il corretto accoppiamento fonema-grafema, dall’altro contribuire a una progressiva riduzione degli errori ortografici.
La sintesi vocale, inoltre, viene consigliata come strumento per rendere meno faticosa e frustrante la lettura  e meno pesante ed inefficace lo studio a soggetti con problemi di dislessia. È convinzione ormai affermata, infatti, che il bambino dislessico, oltre che affrontare un percorso riabilitativo volto a migliorare gradualmente le sue prestazioni, debba imparare a convivere con i suoi problemi, avvalendosi di ausili quali lo scanner e la sintesi vocale, per attenuare gli effetti di demotivazione e di impedimento allo studio che un’eccessiva insistenza sulle sue difficoltà può comportare.
Un esempio di ambiente di videoscrittura di questo genere è CARLO  II (www.anastasis.it), che supporta una sintesi plurilingue di ottima qualità: Loquendo (www.loquendo.com). Il programma comprende anche un sistema di predizione ortografica, basato su un dizionario di frequenza d'uso personale, che viene costruito registrando interattivamente le produzioni scritte dell’utente e gestito tramite profili individuali.
CARLO II si propone di facilitare i processi di scrittura in soggetti affetti da diversi tipi di disabilità: utenti con disabilità motorie (è disponibile una tastiera virtuale con interfaccia a scansione interna all’applicazione); utenti con disabilità visive (il programma consente di modificare la dimensione dei caratteri sia in visualizzazione sia in stampa, nonché il colore dello sfondo e del testo, per meglio rispondere alle esigenze di soggetti con gravi deficit visivi); utenti con deficit di comunicazione verbale (è presente un comunicatore che gestisce un archivio di frasi che l'utente può far vocalizzare al computer attraverso la sintesi vocale).
CARLO II, tuttavia, intende soprattutto fornire alcune funzioni specializzate per il sostegno della produzione scritta. La sintesi vocale e la predizione ortografica, infatti, consentono di disporre di un "assistente" che ripete suoni, sillabe o parole nel corso della scrittura, a sostegno di utenti con disturbi di apprendimento della scrittura e della lettura di tipo diverso, disgrafici gravi o soggetti che non riescono ad automatizzare le procedure di scrittura.
La sintesi vocale, in particolare, viene sfruttata in un apposito “ambiente di ascolto”, al quale è possibile passare direttamente dall'interno dell'ambiente di elaborazione testi. Qui il programma funziona come una specie di riproduttore di audiocassette, mettendo a disposizione tasti per l'avanzamento e il ritorno indietro sia parola per parola che paragrafo per paragrafo, e per l'ascolto continuato fino alla fine del testo. Durante la lettura la parola vocalizzata viene evidenziata graficamente. È anche possibile evidenziare all’interno del testo alcuni passi, contenenti le informazioni più rilevanti, e chiedere al programma di leggere solo quelli.
Qualora, per qualsiasi motivo, non si disponga di un prodotto commerciale così sofisticato, o si voglia provare l’efficacia del metodo prima di impegnarsi in un acquisto oneroso, è possibile scaricare gratuitamente da Internet un semplice sistema di sintesi vocale plurilingue (Speakonia, www.cfs-technologies.com), che funziona bene in associazione con i più comuni ambienti di videoscrittura per Windows. Questa proposta di lavoro intende appunto fornire all’insegnante alcune indicazioni operative per metterlo nelle condizioni di utilizzare proficuamente questo sistema.