handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



SEZIONI INTERATTIVE

buone pratiche

Laboratorio sperimentale a classi aperte

Il progetto è stato pensato in particolare per due alunni: G., alunno con disturbo dell'attenzione e iperattività, e F., un'alunna con Sindrome di Down. Si è ritenuto che un progetto di informatica, interdisciplinare, a classi aperte (II e III), potesse sostenere ulteriormente l'integrazione dei due alunni poiché le attività al computer risultano ideali per mantenere alta la motivazione, sostenere l'attenzione, migliorare e prolungare i tempi sul compito e ridurre i comportamenti

bambini che giocano sul prato Le insegnanti del plesso, propense alle innovazioni e alla condivisione delle risorse per promuovere un clima favorevole all'apprendimento, hanno deciso di sperimentare un non convenzionale laboratorio a "classi aperte" (2 classi in cui erano inseriti rispettivamente i due alunni diversamente abili) utilizzando la strategia di coinvolgere gli alunni più "grandi", mediante la relazione di aiuto, per insegnare ai "piccoli" come imparare divertendosi con l'informatica. Nel percorso, per assecondare l'integrazione è stata data molta importanza alle regole come strumento utile a "mettere in ordine", rispetto ai tempi e ai luoghi, le azioni che riguardano la scuola. Si sono perseguiti gli obiettivi formativi di migliorare l'autostima e la costruzione di un'identità positiva. Il progetto sperimentale è stato suddiviso in due fasi: nella prima fase, da novembre a gennaio, tutti gli alunni a rotazione hanno avuto la possibilità di accedere al laboratorio (ogni volta 6 alunni per 1 ora alla settimana, compresi G. e F., coadiuvati da un'insegnante di sostegno) per esplorare software didattici. Ciò ha permesso a tutti gli alunni di socializzare e di facilitare l'apprendimento entrando in confidenza con lo "strumento" per quanto riguarda le competenze minime; nella seconda fase (febbraio-maggio), invece, si è pensato di ampliare di un'ulteriore mezz'ora alla settimana il tempo da dedicare al laboratorio, cercando di collegare lingua italiana, immagine ed educazione stradale in un laboratorio informatico dal titolo "I PIRATI DELLA STRADA" con l'obiettivo di costruire brevi testi collettivi e trascriverli al computer imparando a utilizzare il programma di videoscrittura Word e ad illustrarli con Paint. Risorse utilizzate: laboratorio informatico costituito da 7 pc in rete, 2 stampanti, 2 scanner, collegamento ADSL, videoproiettore, fotocamera digitale. La soluzione attuata è stata efficace perché ha consentito di raggiungere più agevolmente gli obiettivi (rinforzo degli apprendimenti, clima positivo ecc.).
psicologia della disabilità
modifica del setting scolastico
Disabilità: disabilità cognitiva
disturbi del comportamento
Livello scolastico: scuola primaria - III anno
Scuola: FORLI' 4, VIA G. SAFFI 12, FORLI' (FO)
Provincia: FO
Referente: per contattare il referente scrivere a handitecno@indire.it
Periodo: 2005 - 2006
Area educativa: educazione alla convivenza civile, italiano