handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



SEZIONI INTERATTIVE

buone pratiche

Letture in powerpoint

Alunne con disturbo misto evolutivo del linguaggio, di eziologia sconosciuta, con deficit dell'attenzione, comprensione e produzione del lessico molto limitate rispetto all'età cronologica, difficoltà di pianificazione fonetico-fonologica, lessicale-semantica, morfosintattica e predicativa-narrativa, competenze minime di lettura semantica e fonologica e di scrittura. Rifiuto della lettura, quindi predisposizione di brani in PowerPoint.

ritratto di ragazza che legge; bozzetto di De NittisIl progetto didattico ha fissato due obiettivi:

  • migliorare le abilità di lettura delle alunne;
  • suscitare in loro il piacere della lettura.

Il progetto è stato quindi diviso in si fasi di attuazione:

  1. verificare le abilità di lettura delle alunne;
  2. predisporre i testi in PowerPoint in base alle abilità di lettura rilevate;
  3. proporre alle alunne i testi in PowerPoint sotto forma di gioco multimediale;
  4. far usare il materiale alle alunne in coppia o in piccolo gruppo (cooperative learning);
  5. far usare il materiale alle alunne singolarmente;
  6. stampare i testi letti dalle alunne per avvicinarle alla lettura di libri.

Il progetto è stato pianificato su più anni scolastici, seguendo lo sviluppo delle abilità delle alunne. Le bambine inizialmente rifiutavano la lettura, per lo sforzo che essa richiede e per la frustrazione di non comprendere le frasi lette per gli errori di decifrazione commessi; se l'adulto cercava di aiutarle, con la lettura in sincrono, le alunne si dimostravano insofferenti. Una volta predisposto il materiale, in base alle personali abilità delle alunne, l'insegnante di sostegno lo ha proposto loro in coppia, come gioco, spesso al termine di un lavoro individualizzato (prolungando così i tempi di lavoro delle bambine); talvolta al gioco ha partecipato anche un altro alunno diversamente abile, con un livello di lettura strumentale migliore delle due bambine.

L'accesso alle letture dei PPT preparati è risultato estremamente semplice, in quanto, avviato il pc, bastava inserire il cd, scegliere il testo, leggere e cliccare sui vari pulsanti azione: le bambine hanno imparano immediatamente queste procedure e si sono gratificate nell'essere autonome.

Per alcuni mesi le alunne hanno lavorato in coppia o in piccolo gruppo e, attraverso il cooperative learning, sono riuscite a portare a termine molti brani del cd. L'insegnante ha rilevato inoltre un ampliamento del lessico delle bambine.

All'inizio della classe terza, l'insegnante di sostegno ha deciso di proporre il lavoro alle alunne singolarmente: la risposta è stata positiva. In una fase successiva, l'insegnante stamperà e raccoglierà in un fascicolo le letture affrontate dalle alunne (lasciando solo testo, immagini e glossario finale) in modo che le bambine ritrovino testi già conosciuti, quindi più facilmente leggibili e provino il piacere della lettura.

trasformazione/semplificazione del linguaggio scritto
Disabilità: disturbi specifici di apprendimento
Livello scolastico: scuola primaria - III anno
Scuola: GEMONA DEL FRIULI, VIA DEI PIOPPI,45, GEMONA DEL FRIULI (UD)
Provincia: UD
Referente: per contattare il referente scrivere a handitecno@indire.it
Periodo: 2005
Area educativa: strategie per l'apprendimento, italiano
Approfondimenti: