handitecno

Benvenuto nel sito Handitecno dedicato alle tecnologie per disabili nella scuola.

continua...

logo Ministero della Pubblica Istruzione logo Agenzia Scuola
tutte le parole una almeno la frase esatta
 



Pluridisabilità

Per chi sia in condizione di disabilità plurima, la possibilità di utilizzare un computer per scrivere, per leggere, per comunicare anche a distanza, per favorire l'acquisizione di autonomie, può rappresenta un grande aiuto. La dotazione di strumenti efficaci può rendere più facile consentire lo sviluppo di autonomie nel percorso di vita dello studente.

Ostacoli

Gli ostacoli all'uso del computer sono determinati dalle caratteristiche e dall'entità delle minorazioni con cui la persona si trova a convivere. La presenza contemporanea di minorazioni diverse, può rendere difficile identificare con esattezza natura e dimensione del problema, ma questo non deve scoraggiare e occorre attingere oltre alle informazioni di tipo clinico, all'esperienza della famiglia e di chi meglio conosce il bambino/ragazzo per avere una quadro più completo possibile. Un ostacolo indiretto può essere rappresentato dalla bassa velocità con cui l'alunno interagisce con il computer anche a causa della complessità dell'intervento dal punto di vista tecnologico (combinazione di più ausili), ma questo tipo di difficoltà può essere affrontato modificando l'organizzazione del lavoro e prevedendo i tempi necessari allo svolgimento del compito.

Possibili soluzioni

La ricerca di soluzioni ha come presupposto un'attenzione particolare alla condizione dell'ambiente scolastico, per evidenziare la presenza di barriere fisiche o psicologiche, misurare il clima della classe e costruire un progetto di accoglienza al cui interno si possa prevedere anche l'utilizzo di ausili informatici. Nel caso di disabilità plurima le soluzioni vanno cercate e a volte devono essere costruite ex novo; nella ricerca degli ausili occorre procedere sapendo che raramente si arriva ad una soluzione tecnologica unica, ma possono esistere una serie di ausili e interfacce speciali mirati a risolvere singole situazioni di handicap, ed è dalla combinazione di questi elementi che si può ottenere un risultato; in questa fase di indagine è utile chiedere l'aiuto di centri competenti che possano orientare nella valutazione e nella scelta dei dispositivi. Occorre in ogni caso un lavoro paziente di osservazione per fare emergere le potenzialità dell'alunno e per tenere desta la sua motivazione. A causa della presenza, in tempi diversi, di persone con professionalità differenti accanto all'alunno o alunna, è necessario mantenere documentata l'attività educativa per tenere traccia degli insuccessi e dei progressi, anche minimi che vengono fatti e delle condizioni che li hanno generati.